GMcomunicazione > 2017 > SIMONA MORBELLI 2a ALLA LEADVILLE 100… LA PRIMA VOLTA DI UN “ITALIANO” NEI 15!

SIMONA MORBELLI 2a ALLA LEADVILLE 100… LA PRIMA VOLTA DI UN “ITALIANO” NEI 15!

CON LA PIAZZA D’ONORE OTTENUTA LO SCORSO 19 AGOSTO L’ATLETA SALOMON COMPIE UNA GRANDE IMPRESA SPORTIVA, MA ANCHE STORICA PERCHÉ MAI IL TRICOLORE ITALIANO ERA SALITO COSÌ IN ALTO NELLE CLASSIFICHE DI QUESTA “CLASSICA” AMERICANA. ECCO IL SUO STRAORDINARIO RACCONTO…

 

Lo scorso 19 agosto ha avuto luogo la 35ma edizione della Leadville 100, che si disputa ogni anno in Colorado: una delle competizioni tra le più affascinanti nel calendario statunitense e tra le più importanti nordamericane sulla distanza delle 100 miglia. Leadville è una delle 4 gare da 100 miglia che compongono il “Western Slam”, insieme alla Western States 100 nel Nord della California, alla Wasatch Front 100 nello Utah e la Angels Crest 100 nel Sud della California.

Nell’edizione 2017 ottime notizie sono giunte sul fronte dei risultati azzurri: l’atleta SALOMON Simona Morbelli, con un’impresa decisamente di alto livello, è riuscita a conquistare il secondo posto! Ma a rendere di rilievo il risultato è che Simona si è classificata nei 15° assoluti, insomma è arrivata lì dove mai nessun italiano (uomo e donna) finora era riuscito.

La prima edizione risale al 1983, il suo fondatore, l’ex-maratoneta Kenneth Chlouber, aveva ideato la corsa come una soluzione per rendere famosa Leadville in un periodo di recessione economica. E in effetti, come racconta Simona: “La cittadina della Contea di Lake, per diversi giorni diventa la Chamonix americana per l’affluenza di runners e bikers”.

La gara, by Simona Morbelli

La gara è quasi tutta da correre, fondo misto, single track tecnici in altura e lungo lago, alternanza con sterrati e passaggi molto veloci.

La caratteristica che rende questa competizione unica è la quota. Chiunque voglia fare risultato o anche solo portarla a termine deve avere tempo per prepararla sul posto. Il doppio 4.000 mt D+ da fare due volte è il vero pezzo selezionatore. Il percorso arriva alla base del 4.000 mt dopo circa 65 km di corsa continua, in fartlek single track e sterrato. A quel punto non sei nemmeno a metà gara, ma devi affrontare per ben due volte 1.000 mt di ascensione con un meteo schizofrenico a una quota che arriva a sfiorare i 4000 mt. Durante entrambe le ascensioni sono passata dal sole cocente alla pioggia, e poi neve e grandine.

Scaricare il Comunicato Stampa a lato per continuare la lettura

hashtag di riferimento: #SalomonRunning #TimeToPlay

Share Button