GMcomunicazione > 2011 > SUUNTO RUNNING TEAM: SUPERTEST A LAB3

SUUNTO RUNNING TEAM: SUPERTEST A LAB3

TRE ATLETI DEL SUUNTO RUNNING TEAM HANNO PROVATO DI PERSONA I SERVIZI DI LAB3: AVVENIRISTICO LABORATORIO CON SEDE A PADOVA, SPECIALIZZATO IN BIOMECCANICA E MEDICINA DELLO SPORT. PARLIAMO DI PAOLO ZANATTA, PAOLO SANDÀLI E DEL NAZIONALE STEFANO LA ROSA; ECCO COM’È ANDATA…

Lunedì 25 luglio 2011 è stata una data importante per l’SRT – SUUNTO RUNNING TEAM – in quanto alcuni degli atleti si sono resi disponibili per un’inedita seduta di analisi presso LAB3, a Padova. Paolo Zanatta, Paolo Sandàli e l’atleta della nazionale Stefano La Rosa, infatti, hanno messo “alla prova” il loro stato di forma e i propri parametri fisici usufruendo degli avveniristici strumenti presenti, ed è stata questa una prima assoluta per l’SRT presso LAB3. Era un appuntamento quest’ultimo che da tempo era segnato sui taccuini dei tre atleti, frutto di un accordo siglato quest’anno da SUUNTO, insieme anche ad Atomic, Wilson e Precor, gli altri brand di Amer Sports Italia. Gli obiettivi di questa partnership sono molteplici, su tutti quello di sostenere LAB3 attraverso una comunicazione mirata e poi dare la possibilità agli atleti legati a SUUNTO di usufruire delle grandi potenzialità della struttura, sia durante il periodo degli allenamenti sia in prossimità delle gare. Entrando nel merito delle sedute di analisi, va segnalato come Paolo Zanatta, Paolo Sandàli e Stefano La Rosa si siano sottoposti a tre distinti test: analisi plantare, analisi del gesto tecnico su tapis roulant tramite video in 3D e, infine, analisi metabolica. Una novità ha riguardato il collegamento “live” del test: in pratica grazie a un sistema software per la visualizzazione in “live streaming” tutte le prove svolte sono state divulgate su web, raccogliendo un ottimo consenso.

SINTESI DEL TEST BY LAB3
I test ai quali sono stati sottoposti gli atleti del SUUNTO RUNNING TEAM hanno permesso di individuare piccole alterazioni nella distribuzione dei carichi durante l’appoggio, tali da influire negativamente sulla prestazione globale degli atleti stessi. In particolare, si è evidenziato un maggiore abbassamento dell’emilato sinistro da parte di Paolo Zanatta e Paolo Sandàli e del destro per Stefano La Rosa. Una situazione questa (confermata dall’analisi del movimento 3D) che per ottenere compensazione induce, al fine di agevolare l’azione di spinta, ad una torsione del tronco e delle spalle, in particolare verso destra per Zanatta e Sandàli verso sinistra per La Rosa. Nella fattispecie, l’analisi dei valori angolari ha rimarcato differenze che si attestano (mediamente) in 5 gradi nei valori di flesso estensione del ginocchio, con un conseguente sovraccarico funzionale. Lo studio dunque delle dinamiche di appoggio, grazie all’analisi del movimento 3D, ha evidenziato lievi cedimenti mediali della volta plantare e del retro piede in alcuni atleti, e la lateralizzazione del carico in altri, generando così spostamenti sull’asse medio-laterale del ginocchio. Ciò induce a una maggiore attivazione muscolare e un abbassamento del baricentro corporeo durante l’avanzamento, con conseguente riduzione delle performance. I test condizionali effettuati invece hanno rivelato un elevato livello di preparazione, con soglie anaerobiche comprese tra i 18 e i 20 Km/h ed importanti consumi d’ossigeno.

Stefano La Rosa: “Oggi abbiamo svolto dei test molto utili per la dinamica della corsa e abbiamo visto dove correggere piccoli e grandi difetti per potere raggiungere delle buone prestazioni. Ringrazio Suunto e Lab3 perché mi hanno dato la possibilità di fare dei test molto importanti e che mi serviranno in futuro per incrementare ulteriormente le mie prestazioni”.

Paolo Sandàli: “Questa è stata una grande opportunità e ringrazio Suunto per questo. Avevo molta curiosità nei confronti di Lab3 e, una volta qui, ho avuto delle risposte molto importanti perché sono emerse delle inefficienze e dei limiti tecnici su cui mi metterò a lavorare per migliorare, e grazie a ciò mi aspetto incrementi significativi”.

Share Button