GMcomunicazione > 2014 > NEW ENTRY NEL TEAM ATOMIC

NEW ENTRY NEL TEAM ATOMIC

LA SQUADRA DEI FUORICLASSE DEL MARCHIO A TRE PUNTE SI ALLARGA: DAMIANO LENZI, VINCITORE DI COPPA DEL MONDO E CAMPIONE DELL’EFFERVESCENTE SCI ALPINISMO, GAREGGERÀ CON SCI, PELLI E BASTONCINI AUSTRIACILA SQUADRA DEI FUORICLASSE DEL MARCHIO A TRE PUNTE SI ALLARGA: DAMIANO LENZI, VINCITORE DI COPPA DEL MONDO E CAMPIONE DELL’EFFERVESCENTE SCI ALPINISMO, GAREGGERÀ CON SCI, PELLI E BASTONCINI AUSTRIACI

Damiano Lenzi, 27 anni, piemontese di Ceppo Morelli (VB), è stato il dominatore dello sci alpinismo nella scorsa stagione. Il suo carnet di vittorie annovera, oltre ai “classici” Pierra Menta e Patrouille des Glaciers, anche la Coppa del Mondo ISMF. Quella del 2014 è stata dunque la sua migliore stagione finora, ma il futuro riserva ancora prestigiosi traguardi come ad esempio il Campionato del Mondo di Verbier (SUI) nel febbraio 2015.

Lenzi guarda fiducioso alla prossima stagione invernale: “Sono molto entusiasta di essere entrato a fare parte della famiglia Atomic. Un marchio prestigioso, formato da un team super che mi dà fiducia e che sono sicuro mi metterà nelle migliori condizioni per dare il meglio durante le gare in cui avrò ai piedi i miei Ultimate”. La forza dell’atleta azzurro risiede nella sua versatilità: non si concentra unicamente sulle gare, ma nutre un’innata passione per tutte le sfaccettature delle discipline sciistiche e degli sport alpini. In questo senso Patrick Tritscher di ATOMIC è particolarmente entusiasta del nuovo acquisto: “Atomic da anni è al vertice dello sci alpinismo internazionale. Con Damiano Lenzi abbiamo compiuto un ulteriore passo avanti e puntiamo al futuro con un atleta promettente, che vive il fascino dello sci alpinismo anche con progetti, per noi importanti, lontani dal tracciato di gara. Siamo felicissimi di dare il benvenuto a Damiano”.

DAMIANO LENZI E ATOMIC IN QUATTRO DOMANDE:
Quando è stato formalizzato il contratto tra te e Atomic? Te lo aspettavi… era nell’aria?
“Il contratto con Atomic è stato formalizzato verso la fine di ottobre, e devo dire che non me lo aspettavo. Ero in scadenza con il mio precedente fornitore e contemporaneamente è arrivata questa proposta, ed è stata sicuramente una bellissima sorpresa”.

Qual è la tua percezione del “mondo” Atomic?
“Avverto che c’è una fattiva intenzione da parte di Atomic di volere investire molto in questa disciplina (lo sci alpinismo, ndr) oltre che su di me. Si tratta certamente di un marchio importante, che offre una gamma completa di prodotti, e questo è utile perché potrò avere attrezzatura all’altezza anche per il freeride. Credo poi che mi aiuterà nella crescita mia immagine, a 360°”.

Nello sci alpinismo utilizzerai la serie Ultimate con i modelli 65 e 78. Quali sono le peculiarità che ti hanno colpito in entrambi?
“L’Ultimate 78 è uno sci decisamente strutturato, per questo lo ritengo ideale per lo sci impegnativo, come le discese su pendii molto ripidi e ghiacciati. Il modello 65 mi ha subito colpito per la sua leggerezza e per l’adozione del sistema rocker che permette un’ottima manovrabilità, come ad esempio è opportuno avere nei cambi rapidi di direzione”.

Utilizzerai anche pelli e bastoncini… come ti trovi?
“Il bastoncino è robusto e leggero, per cui ha tutto quello che può servire in gara e/o in allenamento. Per quanto riguarda le pelli ritengo siano determinanti nello sci alpinismo e credo sia il settore in generale in cui, a oggi, ci sia più margine di sviluppo. In questa direzione Atomic mi ha dato la sensazione di volere investire molto. Già oggi Atomic propone un’ingegnosa soluzione tecnica che prevede l’uso di materiale ad alto scorrimento nella zona della spatola (molti nastrano la parte iniziale delle pelli ma ora questa soluzione è vietata in gara, ndr) che offre un’ottima resa”.

Share Button