GMcomunicazione > 2011 > A GIOVANNI GUALDI IL TITOLO TRICOLORE MARATONA

A GIOVANNI GUALDI IL TITOLO TRICOLORE MARATONA

L’ATLETA DEL SUUNTO RUNNING TEAM È IL PRIMO DEGLI ITALIANI (OTTAVA POSIZIONE ASSOLUTA) AD AVERE TAGLIATO IL TRAGUARDO DELLA XXV TURIN MARATHON – GRAN PREMIO LA STAMPA, SVOLTASI IERI 13 NOVEMBRE A TORINO, ED È DUNQUE IL CAMPIONE ITALIANO DI SPECIALITÀ. LA MEDAGLIA D’ARGENTO INVECE È ANDATA AL COMPAGNO DI “TEAM” FRANCESCO BONA (11ESIMO), A COMPLETAMENTO DI UNO STRAORDINARIO RISULTATO DI SQUADRA PER SUUNTOL’ATLETA DEL SUUNTO RUNNING TEAM È IL PRIMO DEGLI ITALIANI (OTTAVA POSIZIONE ASSOLUTA) AD AVERE TAGLIATO IL TRAGUARDO DELLA XXV TURIN MARATHON – GRAN PREMIO LA STAMPA, SVOLTASI IERI 13 NOVEMBRE A TORINO, ED È DUNQUE IL CAMPIONE ITALIANO DI SPECIALITÀ. LA MEDAGLIA D’ARGENTO INVECE È ANDATA AL COMPAGNO DI “TEAM” FRANCESCO BONA (11ESIMO), A COMPLETAMENTO DI UNO STRAORDINARIO RISULTATO DI SQUADRA PER SUUNTO

Giovanni Gualdi e Francesco Bona del SUUNTO RUNNING TEAM, rispettivamente con l’ottava e undicesima posizione, sono stati i primi due italiani a tagliare il traguardo della XXV Turin Marathon – Gran Premio La Stampa. La gara era valevole per l’assegnazione del prestigioso Titolo Italiano di Maratona, che è stato dunque ottenuto da Gualdi (classe 1979) dopo una gara tiratissima e chiusa con un ottimo tempo: 2h14’00”. Per il corridore bergamasco si tratta del primo titolo italiano sulla lunga distanza. La Medaglia d’Argento invece è andata a Francesco Bona, il quale ha concluso la sua fatica in 2h15’30”.

Il commento di Giovanni Gualdi al traguardo: “È stata una gara atipica. Ho provato una grande emozione quando, al momento del sorpasso, sono stato incitato dal mio allenatore Migidio Bourifa. Mi aveva detto che se avesse perso il titolo voleva che fossi stato io a vincerlo e sono contento di esserci riuscito”.

Giovanni Gualdi (Fiamme Gialle) e Francesco Bona (Aeronautica) sono atleti di punta del SUUNTO RUNNING TEAM: squadra assecondata dal marchio finlandese che, oltre ad essere lo Sponsor Tecnico, sostiene gli atleti al fine di incrementare la loro competitività. Entrambi alla XXV Turin Marathon – Gran Premio La Stampa – hanno gareggiato con SUUNTO td6.

SUUNTO t6d, AL POLSO DEI CAMPIONI
Giovanni Gualdi e Francesco Bona sono i maratoneti più forti oggi in Italia. A sancirlo è la prestigiosa XXV Turin Marathon – Gran Premio La Stampa, svoltasi ieri 13 novembre. Ed entrambi per ottenere il massimo delle performance, sia nella fase di preparazione dell’appuntamento di Torino sia durante la gara stessa, si sono affidati agli strumenti da polso cardio SUUNTO t6d. Questo model lo rappresenta lo stato dell’arte dei cardiofrequenzimetri, infatti, le sue tante funzioni hanno un solo scopo: mettere in “sintonia” il corpo. Non a caso, SUUNTO t6d possiede una funzione molto utile per coloro che si allenano: la misurazione dell’EPOC (Consumo Eccessivo di Ossigeno Post Esercizio), che indica il quantitativo supplementare di ossigeno richiesto dal corpo per recuperare dopo l’esercizio fisico. Se combinato con il livello di forma fisica corrente, in pratica segnala
quale effetto ciascuna sessione di allenamento ha avuto sulla forma fisica. L’Effetto di Allenamento è un indice del miglioramento della forma fisica aerobica raggiunto attraverso l’allenamento e indica, in particolare, la prestazione massima del sistema cardiovascolare e la capacità di resistere alla stanchezza durante un allenamento di resistenza. Con Suunto t6d e gli strumenti presenti sulla piattaforma Movescount.com è possibile ottenere un’analisi dettagliata di sette parametri fisici, con una precisione che in precedenza era possibile soltanto nei laboratori sportivi. E ciò ha permesso a Giovanni Gualdi e Francesco Bona di preparare la maratona di Torino nelle migliori condizioni.

Share Button